ACTISINU 200MG+30MG 12 COMPRESSE
11241 |

Disponibilità In stock

-30%NEI NEGOZI ADERENTI

Prezzo regolare: 10,99 €

-30%

Special Price 7,69 €

( IVA 10% inclusa, spese di spedizione escluse)

Promozione valida fino al 9 Giugno 2016
Actisinu è un medicinale indicato per il trattamento sintomatico della congestione nasale, nel raffreddore associato a mal di testa e/o febbre negli adulti e negli adolescenti di età non inferiore ai 15 anni.
Descrizione
  • Caratteristiche

     

    Categoria farmacoterapeutica 

     

    Farmaci antinfiammatori ed antireumatici. 

     

    Indicazioni

     

    Trattamento sintomatico della congestione nasale associata a mal di testa e/o febbre negli adulti e negli adolescenti di età superiore ai 15 anni che soffrono di raffreddore comune. Assumere questa associazione solo se ha il naso chiuso con dolore o febbre. Se ha uno solo di questi sintomi deve consultare il farmacista o il medico in merito all’uso di ibuprofene o pseudoefedrina da soli.

     

    Controindicazioni/Effetti secondari

    Non assumere Actisinu se:

    - è allergico all'ibuprofene o alla pseudofedrina cloridrato o ad uno qualsiasi degli eccipienti;

    - ha un'età inferiore ai 15 anni;

    - si trova nel terzo trimestre di gravidanza (7 mesi o oltre);

    - sta allattando al seno;

    - in passato ha avuto una reazione allergica o respiro corto, asma, eruzioni cutanee, , naso che cola o prurito al naso o gonfiore del viso a seguito dell'assunzione dell'acido acetilsalicilico o altri FANS;

    - ha episodi attivi o una storia di ulcere gastriche/duodenali ricorrenti (ulcere peptiche) o sanguinamento (almeno due episodi distinti di ulcere o sanguinamento confermati);

    - ha una storia di sanguinamento o perforazione gastrointestinale correlati ad un precedente uso di FANS;

    - ha una grave insufficienza epatica o renale;

    - ha una grave insufficienza cardiaca;

    - ha gravi problemi cardiaci o di circolazione (cardiopatia, pressione arteriosa elevata, battito cardiaco accelerato), ghiandola tiroidea iperattiva, diabete, feocromocitoma (un tumore della ghiandola surrenale);

    - ha una storia di attacco cardiaco (infarto del miocardo);

    - ha avuto un ictus o è a rischio di ictus;

    - ha una storia di convulsioni (crisi epilettiche);

    - è affetto da disturbi della produzione delle cellule ematiche di origine sconosciuta;

    - ha un aumento della pressione oculare (glaucoma ad angolo chiuso);

    - ha difficoltàad urinare per problemi prostatici;

    - le è stato diagnosticato Lupus eritematoso sistematico (LES), una malattia che colpisce il sistema immunitario e provoca dolore articolare, alterazioni cutanee e altri problemi;

    - sta prendendo: altri decongestionanti nasali (farmaci vasocostrittori) per via orale, metilfedinato (medicinale per il disturbo da deficit di attenzione e iperattività), medicinali per la depressione quali inibitori della monoamino ossidasi non selettivi o se li ha assunti negli ultimi 14 giorni.

     

  • Posologia

     

    Adulti e adolescenti di età non inferiore ai 15 anni: 1 compressa ogni 6 ore, se necessario. Per i sintomi più gravi, 2 compresse ogni 6 ore se necessario, fino a una dose massima giornaliera di 6 compresse. Le compresse sono per uso orale, devono essere deglutite intere e non masticate, con un abbondante quantità di acqua, preferibilmente durante i pasti.

    Durata del trattamento: questo medicinale deve essere utilizzato solo per brevi periodi. Deve essere utilizzata la dose minima efficace per alleviare i sintomi per il minor tempo possibile. Nel caso l'uso del medicinale sia necessario per più di 4 giorni negli adulti o di 3 giorni negli adolescenti, o nel caso di peggioramento della sintomatologia, si rivolga al medico.

  • Avvertenze

     

    Precauzioni d'uso

    Rivolgersi al medico prima di assumere Actisinu se:

    - soffre di asma; l'uso di questo medicinale può provocare un attacco di asma;

    - ha precedenti di problemi (quali ernia iatale, sanguinamento gastrointestinale, ulcera peptica o duodenale);

    - ha o ha avuto una malattia gastrointestinale (colite ulcerosa o malattia di Chron);

    - ha la pressione arteriosa elevata;

    - ha problemi epatici o renali;

    - ha il diabete a causa di una potenziare nefropatia diabetica;

    - ha la ghiandola tiroide iperattiva (ipertiroidismo) o una psicosi

    - ha un disturbo della coagulazione del sangue.

    Actisinu potrebbe provocare capogiri e/o offuscamento della vista e pertanto potrebbe influire temporaneamente sulla capacità di guidare e usare macchinari.

    Per chi svolge attività sportiva: il prodotto contiene sostanze vietate per doping. 

     

    Gravidanza e allattamento

     

    Il prodotto non va impiegato durante la gravidanza e l'allattamento. Gravidanza: l'inibizione della sintesi di prostaglandine può interessare negativamente la gravidanza e/o lo sviluppo embrio/fetale. Risultati di studi epidemiologici suggeriscono un aumentato rischio di aborto e di malformazione cardiaca e di gastroschisi dopo l'uso di un inibitore della sintesi di prostaglandine nelle prime fasi della gravidanza. Il rischio assoluto di malformazioni cardiache aumentava da meno dell'1% fino a circa l'1,5%. E' stato ritenuto che il rischio aumenta con la dose e la durata della terapia. Negli animali, la somministrazione di inibitori della sintesi di prostaglandine ha mostrato di provocare un aumento della perdita di pre e post-impianto e di mortalità embrione-fetale. Inoltre, un aumento di incidenza di varie malformazioni, inclusa quella cardiovascolare, è stato riportato in animali a cui erano stati somministrati inibitori di sintesi delle prostaglandine, durante il periodo organogenetico. Durante il terzo trimestre di gravidanza, tutti gli inibitori della sintesi delle prostaglandine possono esporre Il feto a: - tossicità cardiopolmonare (con chiusura prematura del dotto arterioso e ipertensione polmonare); - disfunzione renale che può progredire a insufficienza renale con oligo-idroamnios; La madre e il neonato, alla fine della gravidanza, a: - possibile prolungamento del tempo di sanguinamento, un effetto antiaggregante che può occorrere anche a dosi molto basse; - inibizione delle contrazioni uterine risultanti in ritardo o prolungamento del travaglio. Esiste la possibilità di una associazione tra l'insorgenza di anomalie fetali e assunzione di pseudoefedrina nel primo trimestre di gravidanza. Allattamento: nonostante l'ibuprofene sia presente nel latte materno in concentrazioni molto basse, la pseudoefedrina viene secreta nel latte in quantità significative; per questo il prodotto non deve essere impiegato durante l'allattamento. Fertilità: come per altri FANS, l'uso del farmaco può alterare la fertilità femminile per effetto sull'ovulazione. Pertanto non è raccomandato in donne che desiderino concepire. 

     

    Effetti indesiderati

    Interrompa immediatamente l’assunzione di Actisinu e consulti immediatamente il medico se si verifica una delle seguenti condizioni:

    - segni di sanguinamento intestinale quali: feci (escrementi) di colore rosso vivo, feci nere, vomito contenente sangue o particelle scure simili a fondi di caffè;

    - segni di grave reazione allergica quali: gravi eruzioni cutanee, esfoliazione o desquamazione o formazione di vescicole sulla pelle, gonfiore facciale, respiro affannoso di origine sconosciuta, fiato corto, facilità a sviluppare lividi.

    Informi il medico se manifesta uno qualsiasi dei seguenti effetti indesiderati, se nota un peggioramento o se nota qualche effetto indesiderato non elencato.

    Comune (interessa da 1 a 10 utilizzatori su 100): indigestione, dolore addominale, nausea, vomito, flatulenza, diarrea, costipazione. Non comune (interessa da 1 a 10 utilizzatori su 1000): mal di testa, capogiri, difficoltà a dormire, agitazione, irritabilità o stanchezza; compromissione della vista; ulcere gastriche o intestinali, talvolta con sanguinamento e perforazione, peggioramento della colite e del morbo di Crohn; eruzioni cutanee. Raro (interessa da 1 a 10 utilizzatori su 10.000): tinnito (fischi nelle orecchie); danno renale. Molto raro (interessa meno di 1 utilizzatore su 10.000): problemi nella produzione delle cellule ematiche che possono facilitare lo sviluppo di lividi o renderla più suscettibile alle infezioni; gravi reazioni allergiche; reazioni psicotiche e depressione; pressione sanguigna elevata, palpitazioni, attacco di cuore; danno epatico; gravi reazioni cutanee; danno renale o difficoltà a urinare.

     

    Interazioni

    Actisinu può influenzare o essere influenzato da altri medicinali. Ad esempio:

    - medicinali che hanno un effetto anticoagulante (vale a dire sostanze che fluidificano il sangue impedendo la formazione di coaguli, es. aspirina/acido acetilsalicilico, warfarin, ticlopidina);

    - medicinali che riducono la pressione alta (ACE-inibitori come captopril, betabloccanti come atenololo, antagonisti dei recettori dell'angiotensina II come losartan).

    Anche alcuni altri medicinali possono influenzare o essere influenzati dal trattamento con Actisinu. Pertanto, consulti sempre il medico o il farmacista prima di usare Actisin con altri medicinali. In particolare, informi il medico o il farmacista se sta assumendo:

    - farmaci antiaggreganti e anticoagulanti orali (fluidificano il sangue/impediscono la coagulazione, per es. acido acetilsalicilico, warfarin, ticlopidina);

    - altri FANS, compreso acido acetilsalicilico ad alte dosi;

    - glicosidi cardiaci (es. digossina);

    - corticosteroidi;

    - eparina iniettabile;

    - alcuni medicinali contro la depressione (per es. litio, inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina (SSRI), inibitori delle monoamino-ossidasi A (IMAO);

    - metotrexato ad alte dosi (più di 20 mg alla settimana);

    - antibiotici chinolonici (usati per il trattamento di un’ampia gamma di infezioni);

    - ciclosporina, tacrolimus e trimetoprim;

    - medicinali per il trattamento dell’ipertensione (pressione sanguigna alta);

    - qualsiasi farmaco contro l’emicrania (compresi farmaci derivati dagli alcaloidi della segale cornuta);

    - zidovudina (un medicinale per il trattamento dell’HIV/AIDS);

    - preparati contenenti Ginkgo biloba.

    Actisinu non deve essere usato in associazione con:

    - altri vasocostrittori utilizzati come decongestionanti nasali, somministrati per via orale o nasale (per es. fenilpropanolamina, fenilefrina ed efedrina) oppure metilfenidato;

    - inibitori non selettivi delle monoamino-ossidasi (IMAO) (come per esempio iproniazide), prescritti per il trattamento di determinati disturbi depressivi.

    La somministrazione di pseudoefedrina può provocare una risposta ipertensiva acuta nel periodo perioperatorio. Pertanto, sospendere il trattamento con Actisinu diversi giorni prima dell’intervento chirurgico e informare l’anestesista. Le compresse non devono essere assunte con bevande contenenti alcool.

     

    Conservazione

    Tenere questo medicinale fuori dalla vista e dalla portata dei bambini.  Conservare a temperatura inferiore a 25°C. Conservare nella confezione originale. Tenere il blister nell’imballaggio esterno.

  • Composizione
    Principi attivi:
    - ibuprofene
    - pseudoefedrina cloridrato
    Eccipienti:
    Nucleo
    - cellulosa microcristallina
    - calcio idrogeno fosfato anidro
    - croscamellosa sodica
    - amido di mais
    - silice colloidale anidra
    - magnesio stearato
    Rivestimento
    - ipromellosa
    - macrogol 400
    - talco
    - titanio biossido (E 171)
    - ferro ossido giallo (E172)
  • Analisi quantitativa per 1 compressa
    Ibuprofene 200 mg
    Pseudoefedrina cloridrato 30 mg
  • Formato:

    12 compresse in blister.

  • Codice ministeriale: 043681028
Resi e spedizioni

Resi

La merce può essere resa a È QUI S.p.A. se:

  • La comunicazione viene fatta entro 48 ore dal ricevimento della merce
  • Le confezioni del prodotto sono integre

Il costo della spedizione è a carico di chi fa richiesta il reso.

È QUI S.p.A. accetta il reso di confezioni aperte solo se il prodotto risulta essere difettoso all’origine. I prodotti devono essere resi all’interno delle loro confezioni originali e impacchettati per il trasporto; in caso contrario il corriere non è autorizzato al ritiro.

Per maggiori informazioni è possibile contattare il nostro Servizio Clienti scrivendo una mail a servizioclienti@equispa.it.

Spedizioni

Per gli ordini fatti entro le ore 12.00 è prevista la consegna, normalmente la consegna il giorno successivo. Ritardi rispetto a questa tempistica possono generarsi per l'organizzazione delle consegne da parte del corriere, in particolar modo nelle zone disagiate.

Il corriere non consegna il sabato e la domenica, quindi gli ordini eseguiti nel fine settimana (da venerdì sera a domenica) saranno presi in carico e quindi spediti il lunedì successivo; di conseguenza anche il numero di tracking sarà inviato all’email indicata nei dati dell’ordine solo la sera del lunedì.

Questo sito fa uso di cookie propri per migliorare la tua esperienza di navigazione e di terze parti per inviarti messaggi promozionali in linea con le tue preferenze. Se prosegui nella navigazione accetti l’uso dei cookie. Maggiori dettagli OK