MANNOCIST-D 20 BUSTINE

Codice prodotto
20815
Prezzo speciale 21,00 € Prezzo normale 26,00 €
Geolocalizzati La tua posizione:
Non sei ancora geolocalizzato.
Mannocist-D è un dispositivo medico a base di D-mannosio, che contrasta l'adesione dei batteri a livello delle pareti di vie uretrali e vescica, di favorirne l'eliminazione tramite le urine, limitando l'insorgenza di infezioni.
Maggiori Informazioni
Mannocist-D

Codice Ministeriale: 934013703

Caratteristiche

Il D-Mannosio può essere utilizzato sia nelle infezioni acute delle vie urinarie, sia nelle loro recidive. L'uso concomitante di Mannocist-D con, antibiotici e antimicrobici può favorire la funzionalità di questi ultimi aumentando l'aderenza del paziente alla terapia. 

Gli studi di citotossicità, sensibilizzazione e di irritazione della mucosa orale non hanno riscontrato controindicazioni. Possono verificarsi fenomeni di meteorismo, che in genere scompaiono dopo pochi giorni.

Costituisce una strategia di contrasto delle UTI (Urinary Tract Infection) alternativa e/o supporto alle terapie antibiotiche e antimicrobiche.

E' un dispositivo medico classe IIa certificato, senza glutine e lattosio, nickel tested (valore riscontrato < 0,1 ppm).

Per curare la cistite si ricorre generalmente all’assunzione di antibiotici. Spesso però, oltre a provocare effetti collaterali, e possono anche non essere risolutivi. Il D-Mannosio è uno zucchero semplice, estratto dal legno di larice o betulla dall'elevato profilo di sicurezza d'uso. Viene rapidamente assorbito dall'intestino e nell'arco di poco tempo (30 min) distribuito nel sangue e a tutti gli organi. Non viene metabolizzato dall'organismo quindi non viene accumulato nel fegato o in altri organi, nè viene utilizzato dall'organismo. Il mannosio in eccesso raggiunge il rene e la vescica e viene eliminato con le urine. La somministrazione di mannosio a lungo termine, in concentrazioni fino al 20%, non ha prodotto effetti sul metabolismo nè segni di tossicità, il che supporta il buon profilo tossicologico generale.

L'adesione dei batteri alla superficie delle cellule animali è un fattore cruciale per la virulenza e l'instaurarsi di infezioni. Spesso questo riconoscimento-adesione è mediato da residui di zuccheri quali D-Mannosio e L-fucosio che si legano alle lectine specifiche della superficie batterica. Sono noti e descritti diversi fattori di virulenza che sono maggiormente e abbondantemente rappresentati sui sierotipi patogeni per esempio di E.coli (noti come UPEC Uropathogenic Escherichia coli), di Salmonella spp e altri batteri coinvolti nelle infezioni delle vie urinarie come Proteus mirabilis.

La parete della vescica è rivestita con varie proteine mannosilate, tra le quali le proteine di Tamm-Horsfall (THP), che interferiscono con l'adesione dei batteri all'epitelio. La THP si lega a E.coli con un legame altamente specifico e saturabile, che è inibito dal D-Mannosio suggerendo un ruolo importante dei gruppi mannosiltati di THP nel legame specifico, in particolare con i coli patogeni dotati del fattore di virulenza FimH, che più abbondanti si riscontrano nei pazienti affetti da UTI rispetto alla popolazione sana. Il D-Mannosio mima la funzionalità della barriera uroteliale, inibendo l’adesione dei batteri a livello dell’epitelio uretrale e vescicale. I batteri, legandosi con le molecole di D-Mannosio libere nell'urina, anzichè annidarsi nelle pareti della mucosa, rimangono intrappolati nel flusso dell'urina e con essa eliminati. Studi in vitro e vivo hanno evidenziato la capacita dei mannosidi di ridurre la carica batterica di 2 ordini di grandezza nelle urine e di 4 nella vescica.

Esiste un forte e consolidato razionale scientifico in merito al''efficacia del D-Mannosio nell’inibire l’adesione dei batteri responsabili delle UTI, nel favorire la clearance batterica tramite le urine e nel ridurre quindi l’insorgenza delle infezioni. La natura del monosaccaride e gli studi effettuati a lungo termine supportano il fatto che esso sia privo di tossicità anche se ingerito a dosi molto più elevate.

Modalità d'uso

In fase acuta: per i primi 3 giorni, 1 bustina al mattino e 1 a metà pomeriggio, a stomaco e vescica vuoti.

In fase di mantenimento: 1 bustina tutte le mattine, a stomaco e vescica vuoti, fino a totale scomparsa dei sintomi. Se il rapporto sessuale è il fattore scatenante delle cistiti, assumere 1 bustina dopo ogni rapporto e 2 bustine nelle 24 ore successive, secondo le modalità sopra descritte.

Assumere il prodotto sciogliendo il contenuto della bustina in mezzo bicchiere d'acqua, successivamente non bere e non mangiare per circa 40 minuti. Durante il resto della giornata è importante bere acqua in abbondanza per favorire l'eliminazione dei batteri con la minzione. 

Per garantire l'uscita di tutta la polvere dalla bustina, si consiglia di scuoterla leggermente prima di versare il contenuto nell'acqua.

Formato:

20 bustine da 2 g.

Ingredienti|g
D-Mannosio|1,5
Sodio bicarbonato|
Sorbitolo|
Biossido di silicio|

Avvertenze

Il D-mannosio è uno zucchero acalorico scarsamente metabolizzato e quindi non interferisce con i livelli di glucosio del sangue, tuttavia in caso di diabete e in gravidanza, si consiglia di assumere il prodotto dopo aver consultato il proprio medico. Tenere fuori dalla portata dei bambini.

WA button WA button

MANNOCIST-D 20 BUSTINE

Prezzo speciale 21,00 € Prezzo normale 26,00 €