Aiuto ci sono i pidocchi!

La scuola è cominciata da poco, ma ogni anno i pidocchi fanno parlare di sé e sono odiati dai genitori.
Diversamente dal passato, la comparsa di questi fastidiosi parassiti non è sinonimo di scarsa igiene, semplicemente la loro trasmissione è facilitata negli ambienti di comunità affollate dove c’è più possibilità di contatto stretto, come nella scuola. Si nutrono di sangue umano e compiono l’intero ciclo vitale in zone umide e coperte di pelo, più frequentemente sul cuoio capelluto.

Per prevenire i pidocchi è utile non condividere indumenti (soprattutto sciarpe e capelli) e pettini, eventualmente contaminati: i pidocchi, infatti, non sono in grado di saltare o volare e si trasmettono per contatto. Il sintomo più tipico è il prurito, causato da un liquido iniettato dai pidocchi sulla pelle, e che a distanza di qualche settimana produce una reazione allergica.
Le uova prodotte si attaccano saldamente al capello per generare nuovi pidocchi adulti, quindi è importante eliminarle nella fase di disinfestazione. Le zone più colpite sono quelle più calde del capo: la nuca, la zona temporale (zona cranica dove si trova l’orecchio) e la parte superiore dell’osso parietale (parte superiore del cranio). Sono preferibili i trattamenti antipediculosi che agiscono per soffocamento: non sono tossici ed evitano problemi di resistenza dei pidocchi, diversamente dai trattamenti chimici.

 

La farmacista consiglia

 

Se il tuo bambino dovesse avere i pidocchi, intervieni tempestivamente trattando il cuoio capelluto con la lozione urto Keraformula anti-pidocchi, un rimedio naturale per debellare i pidocchi che non contiene insetticidi. Agisce attraverso l’olio essenziale di tea tree, che altera la capacità di movimento dei pidocchi e li soffoca. Si applica la lozione sui capelli asciutti, insistendo su nuca e dietro le orecchie e si lascia agire per almeno 15 minuti.
In seguito, si procede con lo shampoo Keraformula anti-pidocchi: contiene olio essenziale di lavanda, un valido attivo naturale contro i pidocchi. Rimuovi manualmente le lendini rimaste attaccate ai capelli con un pettinino a denti fitti passandolo dalle radici fino alle punte e sciacquandolo dopo ogni passata, ripeti il trattamento dopo una settimana per eliminare le lendini che eventualmente siano sopravvissute. Puoi controllare almeno una volta a settimana la testa del tuo bambino in modo da accorgerti dell’eventuale presenza dei pidocchi e intervenire il prima possibile.
In più puoi applicare la lozione preventiva Keraformula anti-pidocchi a base di olio di neem. Secondo gli studi l’olio di neem è sgradito ai pidocchi e ne impedisce la maturazione, senza essere aggressivo con il cuoio capelluto e i capelli. Si distribuisce in modo uniforme sul cuoio capelluto e sulla lunghezza dei capelli asciutti, ripetendo l'operazione quotidianamente.

KERAFORMULA ANTIPIDOCCHI LOZIONE ANTIURTOKERAFORMULA SHAMPOO ANTIPIDOCCHI