Echinacea

Hai preso l’influenza, la tosse o il raffreddore? In questi casi capita di pensare: “se avessi assunto prima un integratore per rinforzare le difese immunitarie, adesso non sarei a letto con brividi, naso chiuso e mal di testa, e cominciare adesso sarebbe inutile”. Non è davvero così. Proprio nella fase acuta della malattia il nostro organismo ci chiede aiuto ed anche in questo momento bisogna sostenere il sistema immunitario.

E come? Con l’echinacea, il rimedio naturale ormai più conosciuto per preparare l’organismo di adulti e bambini e accompagnarlo durante la stagione fredda.

Una pianta, tante azioni

Originaria dell’America meridionale, l’echinacea ha una lunga tradizione e i popoli indigeni ne sfruttavano le proprietà antibatteriche per la pelle nella cura di ferite, ustioni e punture di insetti, ma anche contro mal di testa e mal di stomaco. Le proprietà dell’echinacea sono al giorno d’oggi supportate da moltissimi studi clinici:

1. immunomodulante, dovuta al principio attivo echinaceina, da sfruttare in prevenzione del periodo invernale, quando aumenta la probabilità di ammalarsi;

2. antinfiammatoria sulle mucose grazie ai flavonoidi, utile non solo nelle malattie respiratorie;

3. antibatterica e antivirale, poiché in grado di contrastare la proliferazione di alcune specie batteriche e virus. Recentemente è stata anche dimostrata in vitro la sua azione antivirale contro il virus Sars Covid-19;

4. cicatrizzante per la rigenerazione della pelle in caso di ferite, facilitando il processo di guarigione.

I suoi effetti sulle difese immunitarie suggeriscono l’assunzione in fase preventiva delle affezioni del primo tratto respiratorio (influenza, raffreddore e mal di gola), ma le sue proprietà antinfiammatoria, antibatterica e antivirale determinano l’indicazione anche al momento della comparsa dei sintomi per scongiurare l’insorgenza di complicanze (sinusiti e bronchiti). Tuttavia, l’assunzione di echinacea è sconsigliata ai soggetti allergici, perché potrebbe amplificare la risposta del sistema immunitario, già attivato in caso di sintomi tipici dell’allergia.

Differenze tra le varietà di echinacea

Le tre varietà principali di echinacea sono purpurea, angustifolia e pallida e differiscono per la loro composizione. Tutte le varietà contengono componenti con attività immunostimolante ed antinfiammatoria, ma la varietà purpurea è più indicata a scopo preventivo per la sua attività sul sistema immunitario e per l’azione antivirale. La varietà angustifolia è più adatta in fase acuta, per la spiccata attività inibitoria sulla cascata infiammatoria, quindi, è utile in associazione ai rimedi contro il raffreddore, il mal di gola e la tosse. La varietà pallida è molto simile all’angustifolia come composizione, ma è dotata di una minore attività antinfiammatoria, inoltre, le sue proprietà cicatrizzanti la rendono più efficace rispetto alle altre due varietà nelle preparazioni cutanee.

Quando l’echinacea è più utile

Rispetto alla manifestazione dei sintomi, quando è opportuno cominciare il trattamento con un integratore a base di echinacea? La risposta è: in qualsiasi momento. Sicuramente è meglio agire il prima possibile, anche quando i sintomi non sono ancora comparsi. Quindi si può assumere:

- in prevenzione, prima di contrarre la malattia e prima che si manifestino i sintomi;

- durante la malattia, quando i sintomi sono conclamati;

- in convalescenza, per accompagnare il processo di guarigione e ripristinare le difese immunitarie dopo che sono state attive per contrastare la malattia. In questo modo si aiuterà l’organismo ad evitare una ricaduta.

La farmacista consiglia

In Echin Activ urto compresse sono presenti estratti titolati (esatta composizione quantitativa in principi attivi) di echinacea purpurea ed angustifolia. In più è presente un altro alleato del sistema immunitario: la vitamina C, che contribuisce al suo normale funzionamento e neutralizza i radicali liberi grazie al suo potere antiossidante.

Il sistema immunitario ha anche bisogno di energia per funzionare: mantenere una risposta immunitaria efficiente nel tempo è energeticamente dispendioso. Perciò, è utile assumere con l’echinacea anche un rimedio tonico energizzante: uno di questi, l’eleuterocco, è presente nella formula di Echin Activ Urto compresse. L'eleuterococco è un noto adattogeno e sostiene le risorse dell’organismo in caso di affaticamento e stress, oltre ad avere azioni immunostimolante e antivirale. Quindi, è utile la sua associazione con l’echinacea, quando il sistema immunitario deve fronteggiare una malattia, ma anche se in fase di prevenzione l’organismo vive un periodo di stanchezza fisica e mentale e ha bisogno di un ulteriore aiuto.

A settembre già si può cominciare a preparare il sistema immunitario alla stagione fredda assumendo Echin Activ Urto compresse, ma è utile in tutte le situazioni in cui il sistema naturale di difesa è indebolito (non solo nelle malattie da raffreddamento, ma anche in caso di stress, stanchezza, cistite, candida, afte, herpes, cambi di stagione, stress) o è maggiore l'esposizione ad agenti patogeni (frequentazione di luoghi affollati e chiusi dove è più facile contrarre infezioni, persone a stretto contatto con bambini piccoli, le persone più suscettibili alle infezioni). Infine, anche dopo la guarigione il sistema immunitario deve essere riportato alle condizioni di normale funzionalità, per questo motivo l’assunzione di Echin Activ Urto compresse è ideale anche in convalescenza. In prevenzione di può assumere l’integratore per tre settimane consecutive, intervallate da una settimana di pausa, a partire da settembre fino alla conclusione della stagione invernale.

La linea Echin Activ comprende anche lo sciroppo ai frutti di bosco per bambini dai tre anni di età a base di echinacea purpurea con altri estratti vegetali utili per le funzionalità dell'apparato respiratorio ed il benessere della gola.

Echin Active Urto  Echin Active